Alcool e Droghe. Che riflessi hanno sulla guida?

Soccorso stradale motoveicoli
Soccorso stradale moto: officine e carroattrezzi per motoveicoli
12/10/2016
Lucidatura auto: prodotti e consigli
20/10/2016

Alcool e Droghe. Che riflessi hanno sulla guida?

Non è una novità la connessione tra incidenti stradali e alcool o droghe. Quasi nessuno conosce la traduzione di questi fatti in numeri.

Abbiamo cercato questi numeri e per averli, abbiamo deciso di andare alla fonte più creditizia e autorevole, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che con un recente studio, ha fornito le risposte che cercavamo. I dati sono sconcertanti:

Secondo gli studi effettuati dall’OMS

  • 1,2 milioni sono le persone che ogni anno vengono coinvolte in incidenti stradali mortali;
  • Oltre 50 milioni sono le persone che rimangono ferite in seguito ad un incidente stradale;
  • Un quarto dei decessi dei maschi di età compresa tra i 15 ed i 29 anni è dovuto all’assunzione di alcool e alle sue conseguenze, per un totale di 55 mila morti l’anno dovuto a questa causale.

Ciò che purtroppo viene spesso sottovalutato, soprattutto tra i giovani, è il reale pericolo che si corre nel mettersi alla guida sotto l’effetto di alcool o droghe, e del reale rischio a cui si espone la propria vita e quella degli altri.

Partiamo col precisare che l’alcool così come gli stupefacenti vengono annoverati tra le sostanze “psicoattive”, in grado cioè di alterare le funzioni neuro-psichiche della persona, quindi la capacità di concentrazione, la capacità di attenzione e i tempi di reazione.

Vediamo nello specifico le conseguenze derivanti dall’assunzione di queste sostanze.

ALCOOL

La concentrazione di alcool nel sangue (Blood Alcohol Concentration, BAC) causa disagi psicoattivi e comportamentali che nel caso della guida, si ripercuotono sul:

  • campo visivo, compromettendo la visione laterale (visione a tunnel) e l’adattamento alla visione notturna;
  • sui tempi di reazione, rallentando la risposta allo stimolo del pericolo, che spesso viene anche percepito molto in ritardo;
  • sulla capacità di concentrazione, provocando stati di sonnolenza e quindi bassa vigilanza.

Già con un’alcolemia di 0,2g/l si iniziano ad avere i primi effetti negativi. Una concentrazione di alcolemia che va da 0,5 g/l a 0,9 g/l nel sangue, aumenta la possibilità di incidente stradale di 11 volte rispetto ad una situazione  di sobrietà. In casi di elevata alcolemia (pari o superiore a 3g/l) si può incorrere in gravi situazioni di coma etilico e, in casi più estremi, anche di morte.

CANNABIS

Il principio di sostanze quali hashish e la marijuana viene chiamato “tetracannabinolo” (THC) e ha tra i principali effetti l’aumento della pressione sistolica con conseguenti stati di ansia, panico o paranoia che vanno ad influenzare notevolmente le capacità di attenzione e cognizione dell’individuo. In più, gli occhi arrossati e la scarsa cognizione del tempo e dello spazio, con la correlata diminuzione e distorsione del campo visivo, mettono a serio rischio la capacità di una guida sicura.

I disagi peggiorano o aumentano se si associa l’assunzione di alcool alla cannabis.

ECSTASY E PSICOSTIMOLANTI

Gli effetti di queste sostanze stupefacenti possono durare fino ad una settimana successiva all’assunzione. L’ecstasy viene assorbita nel flusso sanguigno in maniera molto rapida, non dando modo all’organismo di metabolizzare la droga. Per questo motivo, i primi effetti di disagio che si percepiscono, sono legati ad uno stato di euforia che distorce la percezione del pericolo e porta alla sopravvalutazione delle capacità dell’individuo. La sensazione di non stanchezza e quindi di quasi “onnipotenza” dovute all’assunzione di queste sostanze, danno il via per mettersi alla guida del tutto incoscienti del reale pericolo. L’aumento dei battiti cardiaci, la difficoltà di concentrazione, lo stato ansioso, il calo della visuale, e i probabili colpi di sonno improvvisi, fanno il resto.

COCAINA ED EROINA

La prima differenza negli effetti prodotti tra le due sostanze consiste nel fatto che mentre la cocaina produce un iniziale stato di potenza ed euforia e successivamente di sonnolenza a mano a mano che svanisce l’effetto, l’eroina porta da subito ad una sensazione di sonnolenza. L’assunzione di cocaina provoca la quasi totale incapacità cognitiva, con tutto ciò che questo comporta. A questo aspetto, l’assunzione di eroina aggiunge un’alterazione anche delle capacità motorie, con movimenti che risultano lenti, scoordinati e quasi involontari. Gli effetti di sudorazione, alterazione della capacità di attenzione, il restringimento del campo visivo, e la non percezione di situazioni di pericolo, fanno sì che la guida sotto assunzione di tali sostanze metta a serio rischio la vita chi guida e di chi si incrocia lungo il percorso.

La sensibilizzazione all’argomento tramite la reale informazione dei rischi che si corrono, è uno dei modi di porre l’attenzione su quanto possa essere insensato mettere a rischio non solo la salute, fisica e psichica, ma anche la propria e la altrui vita.

Comments are closed.

Privacy Preference Center

Cookie indispensabili

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche, come ad esempio accedere alle varie aree protette del sito. Senza questi cookie alcuni servizi necessari, come la compilazione di un form per un concorso, non possono essere fruiti.

gdpr

Advertising

Analytics

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web.
Non negando il consenso, l’utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

_ga,_gat,_gid,_gali

Other