Demolizione Auto con Bollo non pagato. Cosa succede?
28/05/2020

I documenti per la demolizione auto.

Documenti per demolizione auto

Vuoi demolire la tua vettura vecchia o sinistrata? Devi sicuramente contattare un centro di autodemolizione, ma non basterà portare solo la tua auto lì per la rottamazione. Sono necessari diversi documenti da preparare e predisporre, per tutto l’iter burocratico legato alla dismissione di una vettura. Vediamo quali sono e come devono essere presentati.

Il Libretto di Circolazione

Per rottamare l’auto è necessario presentare l’originale della carta di circolazione, il cosiddetto libretto di circolazione. Tra i documenti per la demolizione auto, è quello che di regola serve a stabilire che il veicolo può circolare e, quindi, va riconsegnato dato che dopo la demolizione l’auto non esisterà più né potrà circolare.

Il libretto di circolazione, detto anche carta di circolazione, contiene i dati tecnici che identificano il veicolo, e viene rilasciato dalla Motorizzazione Civile quando l’auto viene immatricolata o re-immatricolata, insieme al numero di targa.

La carta di circolazione è il documento identificativo di un’auto, come per noi una carta d’identità. Senza questo documento, non è possibile circolare, e sono previste sanzioni o ritiro della vettura per chi viaggia senza libretto. Questo documento è essenziale sia in fase di vendita sia nelle procedure per la rottamazione, dato che contiene delle informazioni essenziali sulla tipologia e unicità del veicolo.

Il documento contiene la marca dell’auto, il modello e l’anno di immatricolazione, il numero del telaio, poi la classe di emissione fondamentale per la circolazione (Euro 2,3,4, etc.), i consumi dichiarati, la potenza massima sviluppata. Oltre ad altri codici stabiliti dalla normativa europea per identificare la vettura.

Ovviamente, contiene anche i dati dell’intestatario della carta di circolazione, utili in caso di rottamazione oltre che in altre situazioni di compravendita del veicolo.

Il Certificato di Proprietà del veicolo

Tra gli altri documenti per la demolizione dell’auto, serve consegnare l’originale del certificato di proprietà, il cosiddetto CDP. Questo documento viene rilasciato da ACI – PRA e ha da tempo sostituito il foglio complementare. Il Certificato di Proprietà attesta lo stato giuridico del veicolo, con i diversi eventuali passaggi di proprietà.

Di regola non viene conservato nell’auto, e quasi sicuramente si trova tra i documenti del veicolo in casa. Dal 2015, inoltre, è bene sapere che ormai il CDP è digitale per chi acquista un veicolo nuovo oppure usato, e per questo l’avvenuta registrazione del veicolo contiene anche il codice di accesso per visualizzarlo online.

Ricordiamo che quando si ha il di Certificato di Proprietà digitale (CDPD), gli autodemolitori sono autorizzati ad utilizzare i codici per richiedere la radiazione dal PRA.

 

 

Le Targhe del veicolo

Considerate una documentazione, le targhe anteriori e posteriori andranno riconsegnate al PRA nel momento dell’autodemolizione. In generale, non si staccano mai prima che il veicolo arrivi al cosiddetto sfasciacarrozze.

L’auto sarà provvista di tutte le targhe al momento della consegna, e poi l’autodemolitore provvederà a riconsegnarle dopo la rottamazione.

 

Documento d’Identità e Codice Fiscale del proprietario

Dal punto di vista non tanto della vettura, quando delle persone che la posseggono, per la demolizione auto tra i documenti serve presentare il Documento di Identità e il Codice Fiscale del proprietario del veicolo.

Si tratta dei documenti necessari per verificare l’identità del proprietario al momento della rottamazione, e la correttezza dei dati nominativi e fiscali riportati nel Certificato di Proprietà del veicolo.

Come documento d’identità è possibile presentare la carta d’identità oppure la patente di guida, purché siano documenti validi e non scaduti.

Altri documenti per la demolizione auto

Nel caso in cui ci siano delle mancanze a livello di documentazione, allora si possono presentare al loro posto le denunce all’autorità competenti.

Se per smarrimento, furto o distruzione non sono presenti gli originali dei documenti per la demolizione auto, allora dovranno essere rese le denunce.

Inoltre, se chi consegna la vettura da rottamare non è il proprietario stesso, è necessaria anche una delega rilasciata dal proprietario a chi sta rottamando per suo conto (spesso un parente).

Nel caso in cui il proprietario sia deceduto, allora gli eredi potranno fare richiesta di rottamazione dopo aver provveduto alla successione – oltre a mostrare il certificato di decesso. È necessaria la delega di tutti gli eredi, anche per chi (terza persona oltre chi eredi) va fisicamente a rottamare la vettura del defunto.

Nel caso in cui la vettura da rottamare sia intestata ad una società, è necessaria una dichiarazione del legale rappresentante della società, oppure di chi ha il potere di firma secondo la normativa, per dare il via all’iter e attestare i requisiti dell’auto ai fini della rottamazione.

Tutti questi documenti andranno presentati all’agenzia di pratiche auto oppure al centro di autodemolizione autorizzato, consegnandoli insieme al veicolo.

È importante sapere si il veicolo va portato o autonomamente presso lo sfasciacarrozze, oppure il centro di autodemolizione spesso provvede ad inviare un carroattrezzi, eseguendo il ritiro del veicolo da demolire a costi minimi.

Il costo minore di questo trasporto, è dovuto al fatto che spesso le vetture vengono smantellate dal rottamatore per poi essere recuperate nelle loro parti, per il riciclaggio dei ricambi ai fini di risparmio ambientale ed economico.

 

Documento della rottamazione auto

Quando l’iter burocratico sarà concluso, allora l’autodemolitore sarà obbligato a rilasciare al proprietario che l’ha voluta smantellare, il certificato di rottamazione dell’auto.

Questo è il documento finale, non tra i documenti per la demolizione auto ma “della” demolizione auto.

Tale certificato attesta la rottamazione avvenuta, e indica i dati del proprietario, il numero di identificazione e la firma del titolare dell’impresa che ha rilasciato il certificato. Inoltre, indica anche l’autorità l’autorità competente che ha rilasciato l’autorizzazione all’impresa ad agire come autodemolitore.

A livello di rottamazione e smantellamento dell’auto, il certificato “finale” indica e la data e l’ora di presa in carico del mezzo – oltre a data e ora di rilascio del certificato.

La cosa più importante, è l’impegno a provvedere alla richiesta di cancellazione dal PRA, che l’impresa di rottamazione prende dopo che avrete consegnato la vettura e i documenti per la demolizione auto.

Con questo documento, il proprietario non sarà più responsabile della vettura né ai fini del bollo né fiscali o pratici.

Comments are closed.